ITA | ENG | FRA | ESP| LIT | SUE | DEU
1264 Artisti presenti
 

ART IN WORLD

LOGIN UTENTI
Username

Password



dati smarriti?

SEI UN ARTISTA?
REGISTRATI E PUBBLICA LE TUE OPERE SU AIW


------------------

SEI UN GALLERISTA?
REGISTRA LA TUA GALLERIA


------------------

NEWS
GALLERIE
MUSEI
LINK UTILI
SITI SEGNALATI

PUBBLICA LE TUE NEWS

------------------
ART IN WORLD
INFO
SERVIZI
CONTATTI
NEWSLETTER
HELP ONLINE

------------------

CERCA NEL SITO



ART IN WORLD

Premio G. D’Annunzio

Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

AIW INTERNATIONAL CONTEMPORARY ARTISTS

ART IN WORLD

ART IN WORLD - pittori ART IN WORLD - designer ART IN WORLD - scultori ART IN WORLD - decoratori ART IN WORLD - incisori ART IN WORLD - fotografi ART IN WORLD - gallerie ART IN WORLD - notizie
PITTORI DESIGNERS SCULTORI DECORATORI INCISORI FOTOGRAFI GALLERIE NEWS

HOME | AIW GALLERIA VIRTUALEAIW YEARBOOK - ANNUARIO 2010 | AIW RECENSIONI | CONCORSO AIW 2010

Ciro Palumbo E-MAIL ARTISTA (categoria: Pittori)
Top Level

I contenuti qui di seguito riportati, sono a cura esclusiva dell'artista

 
Bookmark and Share
OPERE
 
Uscita dall'isola immortale
Uscita dall'isola immortale
 

BIOGRAFIA:

Ciro Palumbo nasce a Zurigo nel 1965. Frequenta a Torino le scuole superiori di disegnatore pubblicitario e per alcuni anni svolge questa professione come grafico e poi come direttore artistico. La sua vera passione è comunque la pittura e, fortunatamente per lui, comincia ad operare presso una moderna “bottega d’arte”. Qui si forma come artista. Comincia così una lunga serie di sperimentazioni e ricerca che va dal 1994 ad oggi. Negli ultimi anni ha perfezionato la sua poetica, ha messo a fuoco il “mestiere” e come dice sempre: “… comincio solo ora a fare il pittore, poi si vedrà!…”


RECENSIONI:

Vittorio Sgarbi LA CLASSICITA’ METAFISICA Ciro Palumbo è un affabulatore di momenti astorici e atemporali. Ci troviamo qui di fronte a una pittura dove l’ispirazione metafisica si esplica in un insieme immaginifico e surreale, in una messa in scena di elementi figurali che non riconducono a significati precisi. L’artista mette in atto un gioco plastico e visionario di presenze, che rivela esplicitamente una consonanza con Giorgio de Chirico e con Alberto Savinio. Dal primo, Palumbo ha ereditato la bella stesura pittorica, il senso geometrico della struttura spaziale, e da Alberto Savinio il modo curioso di ammiccare con le immagini, in un gioco voluto e ben calcolato di contraddizioni. La caratura concettuale di queste composizioni è decisamente intensa, ma questo non basterebbe a reggere una disamina critica, se non si basasse su un intingolo pittorico che privilegia i toni intensi e senza sfumature, applicati con maestria sulla struttura narrativa del disegno preparatorio. Meditativo nel procedere, questo artista usa i colori acrilici ma, come spiega egli stesso, il primo abbozzo nasce dal colore ad olio. Capace di esaurire tutte le potenzialità della tavolozza, le sue velature controllano ed esaltano la stesura cromatica, che gioca sempre di contrappunto fra tono e tono. Ogni quadro rievoca la classicità in un assemblaggio apparentemente incongruo di elementi compositivi plasticamente forti. È un impianto che poggia su elementi figurali tipici della metafisica dechirichiana, interni geometrici, sfondi naturali, sculture marmoree, ruderi e colonne squadrate, ma anche sul giocoso accostamento a balocchi colorati, barchette, palloni, e tasselli da costruzione. Lo spazio che circonda questo mondo colorato è però ampio e in gran parte abitato dal vuoto, che allude ad assenze senza ritorno. Sono architetture senza tempo, dove la qualità pittorica si rivela in una delineazione estremamente precisa, senza sbavature. Pittore di tradizione, che si rifà evidentemente alla lezione psicanalitica sulle simbologie oniriche, egli non insiste tanto sull’immaginario archetipico, quanto sull’esplicitazione freudiana dell’inconscio, sull’esplorazione del rimosso. I suoi sogni sono costruiti a tavolino, come la narrazione di una irrealtà ormai acquisita alla consapevolezza. Sono fiabe colte che si avvalgono dei reperti della Grecia antica, quella dei viaggi e degli assedi omerici, ritrovati in tutto il loro sapore fiabesco, quindi provocatoriamente estranei a una seriosa lettura critica o filologica. Infatti, e in modo persino ossessivo, egli ripete in molte composizioni il tema dell’isola, già caro a Böcklin, ma non più tanto nel significato intimista, privato e nevrotico di un sogno da cui non si riesce a uscire, quanto piuttosto col gusto di una citazione, di un omaggio ai maestri e ai poeti che hanno ripreso quel tema, trasformandolo in una sorta di metafora dell’esplorazione e del tentativo di appropriazione dello spazio. O forse questa inquietante presenza in mezzo al mare non è neppure una citazione culturale, quanto piuttosto il senso di una meta utopica, fortunatamente irraggiungibile, di un viaggio nella conoscenza di sé, dove conta molto di più il percorso dell’arrivo. In questo consiste anche il senso del fare arte, che si fonda proprio sull’inesauribilità della ricerca, sulla natura incompiuta della creazione umana. La classicità metafisica di Palumbo ci fa dunque riflettere sulle ragioni stesse della nostra cultura così radicata nel Mediterraneo, nel rapporto fra il cielo il mare e la terra, fra il passato e il presente, fra la delusione e l’illusione, fra la follia e la ragione.


MOSTRE:

ELENCO MOSTRE 1994 Collettiva d’autunno Galleria Pais Paizon - Piedimonte Matese (CE) 1994 Collettiva Palumbo/Cimieri Galleria Pais Paizon - Piedimonte Matese (CE) 1995 Piedimonte oh cara! . Personale Galleria Pais Paizon - Piedimonte Matese (CE) 1995 Personale di Ciro Palumbo Centro Culturale “Sandro Pertini”- Orbassano (TO) 1995 Personale di Ciro Palumbo Cerreto Sannita (BN) 1995 Il tempo immaginato . Personale RoccaMedievale - Palazzo del comune di Castellina in Chianti (SI) 1995 Ciro Palumbo a Ricavo . Personale . Romantikhotel Tenuta di Ricavo - Castellina in Chianti (SI) 1995 Fuori il sogno . Personale Associazione culturale “F. Conti” - Alpignano (TO) 1995 Telethon 95 . Collettiva Art for Europe Banca Nazionale del Lavoro - Torino 1996 Vicenza Arte ‘96 - Va Mostra mercato di Pittura 1996 Segnali di vita . Personale Circolo ufficiali - Torino 1996 Arte ‘96 . Padova Fiere . VIIa Mostra mercato d’Arte Contemporanea Galleria Punto arte - La Spezia 1997 Personale di Ciro Palumbo Malum Granatum Chiesa di San Gregorio, Cherasco (CN) 1999 L’Artista Armato . Personale di Palumbo Atelier - Verona 1999 Personale Show Room La Vita - Torino 1999 Personale di Palumbo La Galleria - Pordenone 1999 Fantasie d’autunno . Collettiva Show Room La Vita - Torino 2000 Artisti a Torino . Ia fiera mercato d’Arte Contemporanea Palazzo Nervi - Torino 2000 Collettiva Galleria Aquarius - Cremona 2001 Arte 2001 . Padova Fiere . Mostra mercato d’Arte Contemporanea Galleria Tecne - Ponte di Brenta (PD) 2002 Expoarte Montichiari . Xa Mostra mercato nazionale d’Arte Contemporanea Falpa Promozione Arte - Bergamo 2002 Forlì Fiera . Salone d’Arte Moderna e Contemporanea Falpa Promozione Arte - Bergamo 2002 Collettiva Galleria Patio Art - Monaco (Francia) 2003 Vicenza Arte . Mostra mercato nazionale d’Arte Contemporanea Falpa Promozione Arte - Bergamo 2003 Il Viaggio, il Sogno . Personale Associazione culturale “La Materia e la forma” – Bari 2004 Expoarte Montichiari . XIIa Mostra mercato nazionale d’Arte Contemporanea Falpa Promozione Arte - Bergamo 2004 L’Atelier degli Angeli . Personale Barghini Fashion - Pistoia 2005 Personale . Ia Rassegna d’Arte Contemporanea Villa Colombaia – Ischia 2005 Expoarte Montichiari . XIIIa Mostra mercato nazionale d’Arte Contemporanea Falpa Promozione Arte – Bergamo 2005 Prima Mostra mercato nazionale d’Arte Contemporanea Malpensa Falpa Promozione Arte – Bergamo 2005 Expoarte Bari. Mostra mercato nazionale d’Arte Contemporanea Greco Arte – Bari 2005 Mostra collettiva, “33 Artisti. I giudizi di Sgarbi” Artincontri – Torino 2005 Mostra personale “Il pittore delle Isole” Palazzo Marchini – Giaveno (TO) 2006 Mostra mercato nazionale d’Arte Contemporanea Genova Greco Arte - Bari


 
 
Confidence
Opere di Fosco Grisendi


Marina Carboni
Sul mare, nel mare, attraverso il mare


Lanciotto Baldanzi
mostra personale


Lesley Foxcroft, Grazia Varisco
Arte Contemporanea a Villa Pisani


LANDSCAPE in mostra i paesaggi di Beggiao, Morgian e Tommasi
Continuano gli appuntamenti con l’arte nel borgo storico di Arquà Petrarca (Padova) a cura di Sonia Strukul


FRANCIS BACON. MUTAZIONI
La dimensione intima di uno degli artisti più discussi del Novecento


La fotografia dipinge: il Grand Tour di Andrea Samaritani
Il mito della bell’Italia rivive, dal 4 maggio al 23 novembre 2018, da BFMR & Partners, con la mostra “La fotografia dipinge: il Grand Tour di Andrea Samaritani”, a cura di Sandro Parmiggiani.



Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

DECO MOBILI

DECO MOBILI STORE ONLINE

Fondazione Paolo Grassi

  Art in World ® artinworld.com - arteinrete.net - menasinternete.lt - Artisti Contemporanei Internazionali | P.IVA 03108660733 | policy privacy