ITA | ENG | FRA | ESP| LIT | SUE | DEU
1267 Artisti presenti
 

ART IN WORLD

LOGIN UTENTI
Username

Password



dati smarriti?

SEI UN ARTISTA?
REGISTRATI E PUBBLICA LE TUE OPERE SU AIW


------------------

SEI UN GALLERISTA?
REGISTRA LA TUA GALLERIA


------------------

NEWS
GALLERIE
MUSEI
LINK UTILI
SITI SEGNALATI

PUBBLICA LE TUE NEWS

------------------
ART IN WORLD
INFO
SERVIZI
CONTATTI
NEWSLETTER
HELP ONLINE

------------------

CERCA NEL SITO



ART IN WORLD

Premio G. D’Annunzio

Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

AIW INTERNATIONAL CONTEMPORARY ARTISTS

ART IN WORLD

ART IN WORLD - pittori ART IN WORLD - designer ART IN WORLD - scultori ART IN WORLD - decoratori ART IN WORLD - incisori ART IN WORLD - fotografi ART IN WORLD - gallerie ART IN WORLD - notizie
PITTORI DESIGNERS SCULTORI DECORATORI INCISORI FOTOGRAFI GALLERIE NEWS

HOME | AIW GALLERIA VIRTUALEAIW YEARBOOK - ANNUARIO 2010 | AIW RECENSIONI | CONCORSO AIW 2010

 
NEWS ART IN WORLD MOSTRE E AVVENIMENTI D'ARTE IN ITALIA E ALL'ESTERO
LEGGI TUTTE LE NEWS SUGLI EVENTI IN CORSO | VAI ALL'ARCHIVIO STORICO DELLE NEWS | SEGNALA UN EVENTO

Bookmark and Share

Articolo pubblicato da: Susanna Vallebona

Vittorio Sironi | Anima(re) la materia


Vittorio Sironi
con la partecipazione di Christopher Pisk
18/28 settembre 2018
SBLU_spazioalbello Via Antonio Cecchi 8, Milano
Inaugurazione ore 18.00
Può un luogo trasformarsi in opera esso stesso? Uno spazio ospitante che si sostituisce allo spazio usuale del fare pittorico come la tela o il foglio di carta che, reinventeto, si anima di luce e suono e si offre come esperienza sinestetica. Il suono, “Minimal Prelude”, è opera dal Maestro Christopher Pisk, con cui Sironi, collabora da tempo.
L’arte contemporanea, soprattutto quella che ha ancora radici nel concettuale, ha bisogno di colpire l’immaginario delle persone per raggiungerle e comunicare i sentimenti profondi di cui si nutre.
Il lavoro di Vittorio Sironi è volto ad indagare quella parte immateriale che chiamiamo “anima” e per farlo usa mezzi inusuali per una ricerca di questo tipo: la scultura di una materia viva come quella del legno.
Sironi utilizza la scutura in maniera insolita, gli serve come espressione artistica meditativa, per indagare l’invisibile. Il suo lavoro è caratterizzato da due aspetti fondamentali, in primis dare forma all’oggetto in superficie, mediante la tecnica del basso rilievo (corpo materiale).
Segue poi l’aspetto analitico (all’interno della materia) dove la mano scolpisce la parte opposta dell’oggetto, sottraendo la materia, scarnificandone idealmente il corpo fisico con un’azione introspettiva.
Quindi per Vittorio Sironi sottrarre – togliere – liberare è l’azione essenziale per raggiungere l’obiettivo e rendere visibile il corpo immateriale della “luce”.
Un’operazione che assume un significato simbolico e spirituale, che consente di percepire, attraverso il senso della vista, il soffio che anima il corpo, la “vita”.
La materia è scolpita fino a raggiungere uno spessore infinitesimale, così esiguo da permettere alla luce di manifestarsi come energia pura in fase di liberazione.
Il fine ultimo è la smaterializzazione della forma (corpo materiale), per entrare in una nuova dimensione priva di ogni contaminazione mentale, condizione essenziale per raggiungere lo stadio di felicità pura.
La consapevolezza di questo procedimento cambia la visione della “realtà”.
Vittorio Sironi, artista per vocazione, designer di professione, ha al suo attivo un percorso artistico di lunga data.
Esordisce nel 1974 con una personale a Caracas in Venezuela e da quel momento si susseguono mostre personali e collettive in Italia e all’estero negli Stati Uniti e in Giappone. Soprattutto in quest’ultimo Paese svolge attività come designer e sviluppa la sua filosofia progettuale.
Le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private. Come designer ha progettato ambienti e oggetti per aziende e privati.
Christopher Pisk, compositore, performer, pianista, australiano di nascita, studia pianoforte al Conservatorio di Melbourne e recitazione alla Grosvenor Academy. Incontra il compositore e critico musicale Felix Werder, viene invitato alla Radio e partecipa a diverse manifestazioni musicali. Molto sensibile alle provocazioni musicali di John Cage e dei Minimalisti, si dedica all’improvvisazione, alla ricerca armonica e timbrica. In Italia i concerti ai quali partecipa, sono occasioni per proporre nuove forme interdisciplinari artistiche (Reading Musicali). Si occupa anche di Fotografia e di Arti visive. Ha inciso per la casa discografica Pongo Edizioni, Milano.
.....
SBLU_spazioalbello è uno spazio libero per esporre bellezza, con la finalità di diffondere cultura visiva, di provocare dubbi e muovere domande nell’ambito della ricerca del bello, per recuperare la capacità di costruire un’etica della bellezza.
SBLU_spazioalbello nasce da un’idea di Susanna Vallebona, designer, titolare di Esseblu, che da oltre 30 anni opera nel campo della comunicazione visiva, del design e dell’arte, ed è curatrice dello spazio.
INGRESSO LIBERO
Inaugurazione 18 settembre 2018, ore 18.00
La mostra prosegue dal 19 al 28 settembre 2018: dal lunedì al venerdì su appuntamento
tel 02 48000291
--------
Per raggiungere via Antonio Cecchi: 58, 61, 67, 90, 91, MM1 Wagner o De Angeli
--------
SBLU_spazioalbello 02 48000291 - spazioalbello@esseblu.it - www.sblu.it


DOVE: SBLU_spazioalbello, Via Antonio Cecchi 8, Milano

EMAIL: spazioalbello@esseblu.it



DOWNLOAD ALLEGATO
 
Marco Bolognesi al Museo Oscar Niemeyer per i 25 anni della Biennale di Curitiba
Mostra “Unspoken Deals”, a cura di Tício Escobar e Luiz Carlos Brugnera


Thomas Orthmann "Finestre sull'immaginario"
Una retrospettiva di grande pregio dedicata all’immaginario di Thomas Orthmann. Oltre 40 tele di grandi e piccole dimensioni ripercorrono il percorso artistico del visionario artista tedesco che amava definirsi “un piccolo marchigiano”


Carte d'Oriente. Carte d'Occidente
Mostra di opere su carta di Omar Galliani da Vicolo Folletto Art Factories


Sergio Zanni. Alla ricerca del perturbante
Mostra a cura di Sandro Parmiggiani


OfficinARS - Durante e dopo: Resilienza
Opere di Navid Azimi Sajadi, Penelope, Federica Poletti, Marika Ricchi, Thomas Scalco


Adam Nidzgorski e la Création Franche
Opere di Pierre Albasser, Franck Cavadore, Claudine Goux, Bruno Montpied, Adam Nidzgorski, Jean-Joseph Sanfourche, Gèrard Sendrey


Francesco Somaini. La stagione americana
La Galleria Open Art di Prato, in collaborazione con l'Archivio Somaini, presenta, dal 24 novembre 2018 al 9 febbraio 2019, "La stagione americana" dello scultore Francesco Somaini, uno degli artisti italiani contemporanei più rappresentati nei musei americani.


Reggio Emilia. Un Novecento ritrovato – Inediti in mostra
La Galleria RezArte Contemporanea di Reggio Emilia, dopo il successo riscosso nel 2013 con la mostra "Reggio Emilia. Un Novecento ritrovato", a cura di Alberto Agazzani, propone un nuovo approfondimento dedicato ai protagonisti della scena artistica reggiana del secondo Novecento con opere inedite provenienti da collezioni private. "Reggio Emilia. Un Novecento ritrovato - Inediti in mostra" sarà inaugurata sabato 17 novembre alle ore 17.00.



Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

DECO MOBILI

DECO MOBILI STORE ONLINE

Fondazione Paolo Grassi

  Art in World ® artinworld.com - arteinrete.net - menasinternete.lt - Artisti Contemporanei Internazionali | P.IVA 03108660733 | policy privacy