ITA | ENG | FRA | ESP| LIT | SUE | DEU
1272 Artisti presenti
 

ART IN WORLD

LOGIN UTENTI
Username

Password



dati smarriti?

SEI UN ARTISTA?
REGISTRATI E PUBBLICA LE TUE OPERE SU AIW


------------------

SEI UN GALLERISTA?
REGISTRA LA TUA GALLERIA


------------------

NEWS
GALLERIE
MUSEI
LINK UTILI
SITI SEGNALATI

PUBBLICA LE TUE NEWS

------------------
ART IN WORLD
INFO
SERVIZI
CONTATTI
NEWSLETTER
HELP ONLINE

------------------

CERCA NEL SITO



ART IN WORLD

Premio G. D’Annunzio

Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

AIW INTERNATIONAL CONTEMPORARY ARTISTS

ART IN WORLD

ART IN WORLD - pittori ART IN WORLD - designer ART IN WORLD - scultori ART IN WORLD - decoratori ART IN WORLD - incisori ART IN WORLD - fotografi ART IN WORLD - gallerie ART IN WORLD - notizie
PITTORI DESIGNERS SCULTORI DECORATORI INCISORI FOTOGRAFI GALLERIE NEWS

HOME | AIW GALLERIA VIRTUALEAIW YEARBOOK - ANNUARIO 2010 | AIW RECENSIONI | CONCORSO AIW 2010

 
NEWS ART IN WORLD MOSTRE E AVVENIMENTI D'ARTE IN ITALIA E ALL'ESTERO
LEGGI TUTTE LE NEWS SUGLI EVENTI IN CORSO | VAI ALL'ARCHIVIO STORICO DELLE NEWS | SEGNALA UN EVENTO

Bookmark and Share

Articolo pubblicato da: Mattia Biassoni

MATERIE ANALITICHE #1


Titolo: CAMERA 3_ MATERIE ANALITICHE #1
ENZO CACCIOLA ● GIORGIO GRIFFA ● ELIO MARCHEGIANI ● CLAUDIO OLIVIERI ● PINO PINELLI
Presentazione a cura di Matteo Galbiati
Vernissage: mercoledì 28 novembre 2018, ore 18:30
Periodo: 29 novembre 2018 – 31 gennaio 2019
Viale Stefano Franscini 11, 6900 Lugano, Svizzera
Con la mostra Materie Analitiche #1 - primo di due appuntamenti - Kromya Art Gallery presenta nella sede di Lugano una rassegna dedicata ai maestri della stagione analitica dell’arte italiana che, dagli anni Sessanta-Settanta, hanno indagato compiutamente le possibilità, il valore, il senso, l'attualità e la vitalità della Pittura, linguaggio che, allora, era considerato come anacronistico e pareva definitivamente destinato all’oblio.
La loro determinazione e l’individualità dell’approccio analitico sul mezzo espressivo, la ripetuta ed incessante attività creativa, la volontà incrollabile delle loro riflessioni e il conseguente esercizio formale ininterrotto hanno, invece, portato questi artisti a smentire ogni funesta previsione sulla fine della Pittura, anzi, le loro articolate e diverse ricerche hanno concesso a questo linguaggio un importante momento di verifica ed analisi profonda delle proprie istanze. Del resto lo sguardo di questi maestri ha saputo prescindere dalle trappole delle mode e dei relativi gusti volubili, ma ha tenuto una concentrazione rigorosa sullo studio intimo dei processi pittorici cui hanno dedicato tutta la loro energica risoluzione sperimentale: ciascuno di loro ha osservato nel profondo l’anima dell’azione e dell’atto del dipingere, interessandosi, secondo le proprie attitudini, a differenti campi d’indagine che ci consegnano ora indirizzi, orientamenti e percorsi assai diversificati.
La necessità di mettere ordine alle loro visioni, oggi quando una tardiva attenzione di mercato e di critica su queste ricerche sta riabilitandone in modo decisivo e pressante il valore storico, spesso in modo disorganico e per esigenze di sola etichetta, ha indotto la galleria a offrire lo spunto perché, in questo progetto, il merito di opere, che sottolineano proprio le specificità di ciascun artista, salvaguardi le pluralità e le singolarità espressive che li connotano.
Enzo Cacciola (1945), Giorgio Griffa (1936), Elio Marchegiani (1929), Claudio Olivieri (1934) e Pino Pinelli (1938), gli artisti selezionati per la prima “sessione” di questo confronto, ci regalano la passione viva e pungente di una Pittura che ha superato i suoi stessi codici e le imposizioni di codifiche precostituite, accentuando una sua specifica e rinnovabile attualità espressiva sempre senza appartenersi compiutamente a stringenti definizioni e a inquadramenti definitivi. La mostra, terzo appuntamento del palinsesto Camera, attraverso il quale la galleria propone riflessioni sull’arte italiana contemporanea, mette, quindi, in discussione e dialogo opere le cui specificità devono risultare differenti pur nel quadro generale di una condivisa stagione artistica che, senza essersi definita in un gruppo vero e proprio, ha avvicinato i percorsi di personalità diverse pur vicine per affinità e tendenze espressive. La varietà ricca delle loro sentenze visive permette di sollecitare lo sguardo indirizzandolo su percorsi diversi che portano a considerazioni riccamente variegate e, da questa variazione individuale, si deve recepire il valore dell’approfondimento che i loro insegnamenti ci sollecitano sul tema importante e assoluto della Pittura.


DOVE: KROMYA Art Gallery - Viale Franscini 11, Lugano

QUANDO: 28 novembre 2018 - 31 gennaio 2019 dal lunedì al venerdì 10.00-18.00

EMAIL: info@kromyartgallery.com

URL: http://www.kromyartgallery.com



DOWNLOAD ALLEGATO
 
Aspettando Giovanni
Sguardi di periferia


I segni di Montecchio Emilia
È stato presentato sabato 18 maggio 2019 il progetto creato dall’artista Massimiliano Galliani per MO-EL, l’azienda di Montecchio Emilia attiva nel settore industriale della tecnologia ecologica, a cui il Comune ha affidato l’abbellimento, la manutenzione e la cura della rotatoria sulla tangenziale a sud del paese, all’intersezione con via Galvani.


Luca Bellandi "This-Incanto"
a cura di Maria Grazia Melandri e Antonella Liguori


Nel segno di Antonio Ligabue
"Nel segno di Antonio Ligabue", la galleria Phidias Antiques presenta, dal 18 maggio al 15 giugno 2019, nella propria sede di Reggio Emilia, una retrospettiva dedicata al grande artista emiliano, celebrato nel 2019 dal Museum im Lagerhaus di San Gallo e dal film di Giorgio Diritti. Inaugurazione: sabato 18 maggio, ore 18.00.


Luigi Menozzi. Intrepidi intrecci
Arte e natura si danno la mano nelle fotografie di Luigi Menozzi, esposte dal 10 maggio al 22 novembre 2019 negli spazi di BFMR & Partners a Reggio Emilia. Curata da Sandro Parmiggiani, la mostra è inserita nel circuito Off di “Fotografia Europea”.


Tre Lune
Mostra collettiva con opere di Barbara Nicoletto, Alessandra Binini, Barbara Giavelli che affrontano il tema del sogno, della visione e dell’onirico.


6 STORIE D'ARTE
Sei artisti, sei storie che il linguaggio dell’arte unisce in un unico racconto e apre a nuove prospettive



Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

DECO MOBILI

DECO MOBILI STORE ONLINE

FESTIVAL DELLA VALLE D'ITRIA

  Art in World ® artinworld.com - arteinrete.net - menasinternete.lt - Artisti Contemporanei Internazionali | P.IVA 03108660733 | policy privacy