ITA | ENG | FRA | ESP| LIT | SUE | DEU
1279 Artisti presenti
 

ART IN WORLD

LOGIN UTENTI
Username

Password



dati smarriti?

SEI UN ARTISTA?
REGISTRATI E PUBBLICA LE TUE OPERE SU AIW


------------------

SEI UN GALLERISTA?
REGISTRA LA TUA GALLERIA


------------------

NEWS
GALLERIE
MUSEI
LINK UTILI
SITI SEGNALATI

PUBBLICA LE TUE NEWS

------------------
ART IN WORLD
INFO
SERVIZI
CONTATTI
NEWSLETTER
HELP ONLINE

------------------

CERCA NEL SITO



ART IN WORLD

Premio G. D’Annunzio

Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

AIW INTERNATIONAL CONTEMPORARY ARTISTS

ART IN WORLD

ART IN WORLD - pittori ART IN WORLD - designer ART IN WORLD - scultori ART IN WORLD - decoratori ART IN WORLD - incisori ART IN WORLD - fotografi ART IN WORLD - gallerie ART IN WORLD - notizie
PITTORI DESIGNERS SCULTORI DECORATORI INCISORI FOTOGRAFI GALLERIE NEWS

HOME | AIW GALLERIA VIRTUALEAIW YEARBOOK - ANNUARIO 2010 | AIW RECENSIONI | CONCORSO AIW 2010

Andrea Benetti E-MAIL ARTISTA (categoria: Pittori)
Top Level

I contenuti qui di seguito riportati, sono a cura esclusiva dell'artista

 
Bookmark and Share
OPERE
 
Il rettile
Il rettile
 

BIOGRAFIA:

Andrea Benetti, pittore nato a Bologna il 15 gennaio 1964 Le opere nelle collezioni permanenti di musei Pinacoteca Silvestro Lega - Modigliana, Italia Pinacoteca Amedeo Modigliani - Follonica, Italia Rinaldi-Paladino Art Museum Foundation - Lugano, Svizzera Museo di Arte Contemporanea Italiana in America - San Josè, Costa Rica Ambasciata d’Italia in Nuova Zelanda per il costituendo Museo di Arte Contemporanea Italiana - Wellington, Nuova Zelanda Museo di Arte Contemporanea - Fondazione Nazionale Logudoro Meilogu Banari, Italia Le opere nelle collezioni private Collezione Facchini - La Fenice et des Artistes - Venezia, Italia Ambasciata d’Italia in Cina - Pechino, Cina Istituto Europeo Pegaso – Foggia, Italia Nel novembre 2009, Andrea Benetti ha presentato alla 53. Biennale dell'Arte di Venezia, il Manifesto dell'Arte Neorupestre, di cui è l'ideatore e l'estensore. Sull'evento, sotto l'egida della Biennale, è stato realizzato un catalogo edito da Umberto Allemandi & C. Hanno scritto della sua pittura Christian Parisot Presidente dell'Amedeo Modigliani Institute Archives Legales – Roma-Paris Gregorio Rossi Curatore del Museo di Arte Contemporanea Italiana in America Curatore del padiglione “Natura e sogni“ - 53. edizione della Biennale di Venezia Chiara Filippini Ricercatrice dell'Amedeo Modigliani Institute Archives Legales – Roma-Paris Curatrice del Centro Documentazione e Ricerca Amedeo Modigliani Carlo Fabrizio Carli Critico d'arte - Curatore di varie edizioni del Premio Michetti Roberto Sabatelli Direttore della Pinacoteca Amedeo Modigliani Umberto Zampini - Curatore e critico d'arte Carolina Lio - Curatrice e critica d'arte Andrea Benetti è stato invitato e parteciperà alla 61esima edizione del Premio Michetti. La prestigiosa rassegna internazionale di arte contemporanea si tiene ogni anno dal 1947 al Museo Michetti, Francavilla a mare (CH). Esposizioni personali Galleria St’Art (BO), 2006; Museo delle Genti d'Abruzzo (PE), 2007; Johns Hopkins University (BO), 2008; Aeroporto di Pratica di Mare, Roma, 2008; Atelier Zensi (BO), 2009; Royal Carlton Hotel (BO), 2009; Palazzo Brancaccio, Roma, 2009; Palazzo Dogana - Provincia di Foggia, 2009; Palazzo d'Accursio - Comune di Bologna, 2009. Esposizioni collettive Museo delle Genti d'Abruzzo (PE), 2008; M.I.N.T. Milano International Antiques and Modern Art Fair - Castello Sforzesco (MI), 2009; Galleria Fondantico (BO), 2009; Fondazione Mantovani (MI), 2009; Palazzo Malvezzi - Provincia di Bologna, 2009; LXI Premio Michetti “Diorama Italiano” - Museo Michetti - Francavilla al Mare (CH), 2010. Bibliografia "Esplorazione inconsueta all'interno della Velocità" un progetto editoriale correlato alla mostra - progetto ideato e realizzato da Andrea Benetti La parte critica del libro, sull’operato pittorico di Andrea Benetti, è curata da Christian Parisot Presidente dell'Amedeo Modigliani Institute Archives Legales – Roma-Paris Gregorio Rossi Curatore del Museo di Arte Contemporanea Italiana in America Curatore del padiglione “Natura e sogni“ - 53. edizione della Biennale d'Arte di Venezia Chiara Filippini Ricercatrice dell'Amedeo Modigliani Institute Archives Legales – Roma-Paris Curatrice del Centro Documentazione e Ricerca Amedeo Modigliani Roberto Sabatelli Direttore della Pinacoteca Amedeo Modigliani Per la pubblicazione, hanno scritto un'analisi sull'influenza della velocità nella loro materia Professor Kenneth H. Keller Direttore e professore della Johns Hopkins University School of Advanced International Studies – Bologna Professor Gianfranco Pasquino Ordinario di "Scienze politiche" - Dipartimento di Scienze politiche Università degli Studi di Bologna - Johns Hopkins University Professor Fabrizio Politi Preside della Facoltà di Economia - Ordinario di "Diritto costituzionale" Università degli Studi dell'Aquila Professor Gaetano Bonetta Preside della facoltà di Scienza della Formazione - Ordinario di "Pedagogia generale" - Università degli Studi "G. D'Annunzio" di Chieti e Pescara Professor Raffaele Bugiardini Ordinario di "Malattie dell'apparato cardiovascolare" - Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Bologna Professor Pierluigi Giordani già Ordinario di "Urbanistica" - Dipartimento di architettura urbanistica e rilevamento Università degli Studi di Padova Professor Silvio Bergia già Ordinario nel raggruppamento disciplinare di "Fisica teorica" Dipartimento di Fisica - Università degli Studi di Bologna Professor Mauro Catenacci Ordinario di "Diritto penale" - Facoltà di Giurisprudenza Università degli Studi di Teramo Professor Gianluca Tagliamonte Professore di "Etruscologia e antichità italiche" Dipartimento dei beni culturali - Università del Salento – Lecce Professor Francesco Romeo Professore di "Filosofia del Diritto" - Dipartimento di Scienze giuridiche Università degli Studi “G. D'Annunzio” di Chieti e Pescara


RECENSIONI:

Ho visionato alcune opere di Andrea Benetti, destinate a musei esteri Mi sono sorpreso nel vedere queste piccole cose, piccole solo nelle dimensioni. Conoscevo Andrea già da tempo, da un po’ lo seguivo con interesse, di lui mi colpiva quella passione trascendete l’oggi, egli era già nel domani. Mi piaceva il suo linguaggio pittorico, quella nemesi sotto traccia dell’appassionato, ma quelle tavolette che mi ha mostrato mi hanno fulminato. Mi sono sentito come quando Diego Martelli vide le prime tavolette macchiaiole di Cabianca, di Signorini e Fattori. Lo stupore prende il cervello, nelle sue pieghe è cortocircuito. Si va al di là della semplice figurazione, la forma è smembrata e riassemblata in un continuum strano, vi è, in quelle forme semplici ed in quei volumi, un senso quasi esoterico della composizione e dei concetti. Le forme sono quelle ancestrali, quasi primitive del concetto semplice, ma qui non vi è nulla della semplicità, vi è pensiero e razionalità. Buon viaggio, quindi, piccoli splendori. Roberto Sabatelli - Direttore della Pinacoteca Amedeo Modigliani Andrea Benetti: la pittura fatta con il pennello e con l'anima. Nella varia umanità che affolla le platee emergenti dell’arte, Andrea Benetti rappresenta una speranza, una vera speranza. Egli è pittore. Parole desuete in un contesto in cui la pittura, quella fatta con il pennello e con l’anima, è messa all’angolo. È proprio per questo che è una speranza; colto ed intelligente ha compreso che il futuro non sta nel mezzo, ma nella ricerca del concetto poetico. Se il mezzo è un coccodrillo viola appeso ad una terrazza, egli si dissocia, come ritengo giusto che sia. In questo mondo ricerca un suo mondo ed un suo modo di essere, non si lascia distrarre dalle mode estemporanee che durano un giorno, lui va all’essenza delle cose, alle fondamenta ed alle certezze, non è salito sul treno della facilità e della omologazione. Va dritto al cuore come una pugnalata e, con violenza, non accetta il pattume intellettuale. Bravo il nostro Benetti, artefice del nostro tempo e della nostra contemporaneità, ha scelto la strada più difficile e più lunga; è la strada per andare lontano, tutte le altre sono solo compromessi ed i compromessi hanno vita breve ed estemporanea. Spero che Andrea continui su questa strada. Gregorio Rossi - Curatore del Museo di Arte Contemporanea Italiana in America Curatore del padiglione "Natura e sogni" - 53° edizione della Biennale d'Arte di Venezia Andrea Benetti "conia" l'arte Neorupestre L’arte segue i modi della vita e si altera a seconda delle epoche nella quale viene creata; il mondo attuale esige fruibilità immediata, fagocita immagini ed informazioni e la rapidità con la quale la rappresentazione figurativa può venire assimilata diventa segno discriminant e per l’accettazion e o i l rifiuto di essa. Ma se il concetto che si esprime in una risoluzione visiva è legato ad un mondo veloce e spesso confuso, la riflessione sul concetto deve invece accettare quei metri di lentezza, che la cultura esige perché non diventi idea fugace e superflua. Nell’osservazione delle opere di Andrea Benetti lo spettatore si trova costretto a viaggiare su due linee parallele: significante e significato sono apparentemente disgiunti e il riunirli sta a chi guarda, può farlo solo se vuole darsi un momento per riflettere e se si sente compartecipe del messaggio. La libertà totale di spaziare negli insegnamenti degli stili del passato consente oggi di scegliere il miglior metodo espressivo; Andrea Benetti utilizza sia materiali nuovi, composizioni con tecniche originali nelle quali si inseriscono oggetti e colore, ma non disdegna neppure la tradizione e spesso l’olio ritorna ad essere protagonista della tela. Ed è proprio riferendosi ad un passato remoto che Benetti conia per la sua opera il termine di pittura “neo-rupestre”, nome che si riferisce all’idea di un recupero della rappresentazione di un mondo ancestrale e primitivo nel quale l’uomo era più vicino alla natura ed al suo bioritmo. Le immagini acquistano di nuovo il valore di simboli che avevano nei graffiti, non mimano ma rimandano ad un’idea e forse anche uno stile di vita, o meglio ad un modo di guardare ad essa. Il ritorno ad una semplicità sentita come necessaria non implica la conseguente visione ottimistica di una fanciullezza del genere umano ma, al contrario, in molte opere è percepibile una malinconia nella constatazione del presente. Colori e forme si sostituiscono ad una fase narrativa divenendo attimo simbolico riassuntivo: linee intricate e tonalità angoscianti o forme sinuose e cromie piacevoli segnano momenti alternati di un’esistenza contemporanea, che porta l’uomo a vivere fasi contrastanti di coscienza emotiva. Dunque, forse, l’arte “neo-rupestre” vuol contrapporsi al disavanzo di immagini che ci bombardano senza ormai colpirci a fondo con simboli e graffitismi ridotti all’essenziale, ma pregni di significati, con la convinzione che una linea, alle volte, segna più di una geometria; che una sola frase ci può colpire più di un intero libro. Basta prendersi il tempo, se si vuole, di tornare a fermarsi a guardare l’arte, per poter godere nuovamente della comunanza di sentire o del dissenso, del piacere o del ribrezzo, che essa ci provoca. Chiara Filippini - Storica dell'arte Ricercatrice dell'Amedeo Modigliani Institute Archives Legales – Roma-Paris Curatrice del Centro Documentazione e Ricerca Amedeo Modigliani La pittura Neorupestre C'era, molto tempo fa, agli inizi del secolo scorso, un gruppetto di artisti che, standosene a Parigi, rifondava l'arte occidentale scoprendone radici e motivi di rivoluzione anche nell'arte primitiva, africana... Picasso, Modigliani e i loro amici. Gran momento, ma s'erano dimenticati i sapori, gli odori di quell'arte. Tentar di capirla senza conoscerne le valenze quinquo-sensoriali e limitarsi al visibile era d'un bel po' riduttivo. Andrea Benetti, un austero europeo ci ha messo naso, papille gustative ed arte. Il Padano Benetti ha dell'Europa le miglior qualità: continente piccolo, ma in grado di recepire, vivere, elaborare il mondo, riraccontarlo, anche con molta ironia. Benetti affronta, giocoso e senza remore, senza preoccuparsi da quanto tempo esista il tempo e cos'abbia il tempo detto e...produce torte! Pasticciere da muro, attento ad attaccare miscele estreme di caffè e cacao col vinile alle tele racconta, non da graffitaro, ma da rupestre, che la più gran meraviglia non è cacciare il bisonte ma rifarne uno con gli stampini da cioccolato...primitivo contemporaneo, pasticciere, maestro dell'arte, sorriso in un andarivieni di austeri pasticcioni... Umberto Zampini – Curatore e Critico d'arte


MOSTRE:

Esposizioni personali Galleria St’Art (BO), 2006; Museo delle Genti d'Abruzzo (PE), 2007; Johns Hopkins University (BO), 2008; Aeroporto di Pratica di Mare, Roma, 2008; Atelier Zensi (BO), 2009; Royal Carlton Hotel (BO), 2009; Palazzo Brancaccio, Roma, 2009; Palazzo Dogana - Provincia di Foggia, 2009; Palazzo d'Accursio - Comune di Bologna, 2009. Esposizioni collettive Museo delle Genti d'Abruzzo (PE), 2008; M.I.N.T. Milano International Antiques and Modern Art Fair - Castello Sforzesco (MI), 2009; Galleria Fondantico (BO), 2009; Fondazione Mantovani (MI), 2009; Palazzo Malvezzi - Provincia di Bologna, 2009; LXI Premio Michetti “Diorama Italiano” - Museo Michetti - Francavilla al Mare (CH), 2010


 
 
L’Annuale Internazionale Romana Apollo dionisiaco invita alla celebrazione del senso della bellezza di Poesia e d’Arte Contemporanea
Per opere in poesia e opere d’arte visiva, in pittura, scultura, grafica e fotografia di autori e artisti di ogni età, libera formazione e nazionalità


Proroga la mostra su Germanico ad Amelia
“Germanico Cesare... a un passo dall’Impero”


7 STORIE D'ARTE
Sette artisti, sette storie che il linguaggio dell’arte unisce in un unico racconto


panni stesi al vento
Mostra personale di Enrico Massimino


Nino Migliori
One Day in London


Gli attimi fuggenti - Domenico D’Aria
Mostra personale di Domenico D’Aria


Luca Freschi - Cariatidi
, il MEB ospita, dal 24 gennaio all' 8 mrzo 2020, un’installazione site-specific dell’artista romagnolo Luca Freschi, inserita in ART CITY Bologna.



Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

SAPORI DALL''ITALIA

ESSERE O NON ESSERE ONLINE

Fondazione Paolo Grassi

  Art in World ® artinworld.com - arteinrete.net - menasinternete.lt - Artisti Contemporanei Internazionali | P.IVA 03108660733 | policy privacy