ITA | ENG | FRA | ESP| LIT | SUE | DEU
1275 Artisti presenti
 

ART IN WORLD

LOGIN UTENTI
Username

Password



dati smarriti?

SEI UN ARTISTA?
REGISTRATI E PUBBLICA LE TUE OPERE SU AIW


------------------

SEI UN GALLERISTA?
REGISTRA LA TUA GALLERIA


------------------

NEWS
GALLERIE
MUSEI
LINK UTILI
SITI SEGNALATI

PUBBLICA LE TUE NEWS

------------------
ART IN WORLD
INFO
SERVIZI
CONTATTI
NEWSLETTER
HELP ONLINE

------------------

CERCA NEL SITO



ART IN WORLD

Premio G. D’Annunzio

Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

AIW INTERNATIONAL CONTEMPORARY ARTISTS

ART IN WORLD

ART IN WORLD - pittori ART IN WORLD - designer ART IN WORLD - scultori ART IN WORLD - decoratori ART IN WORLD - incisori ART IN WORLD - fotografi ART IN WORLD - gallerie ART IN WORLD - notizie
PITTORI DESIGNERS SCULTORI DECORATORI INCISORI FOTOGRAFI GALLERIE NEWS

HOME | AIW GALLERIA VIRTUALEAIW YEARBOOK - ANNUARIO 2010 | AIW RECENSIONI | CONCORSO AIW 2010

Emanuele Rubini E-MAIL ARTISTA (categoria: Scultori)
Top Level

I contenuti qui di seguito riportati, sono a cura esclusiva dell'artista

 
Bookmark and Share
OPERE
 
La donna metafisica
La donna metafisica
 

BIOGRAFIA:

Emanuele Rubini Self-taught sculptor, he works with the marble since 1997. He participate at Italian and International Simposia and important solo and group exhibitions in Italy. His monumental works are in public and private collections in Italy. The artworks of small and medium size are in private collections in Italy, Spain, Germany, Lichtenstein, England, United States. Born in Puglia, now he live and work in Carrara in Tuscany. Scultore autodidatta dal 1997 lavora il marmo partecipa a Simposi di scultura Italiani e Internazionali e importanti mostre personali e collettive in Italia. Le sue opere monumentali si trovano in collezioni pubbliche e private in Italia. Le opere di piccole e medie dimensioni si trovano in collezioni private in Italia, Spagna, Germania, Lichtenstein, Inghilterra, Stati Uniti. Nato in Puglia, vive e lavora a Carrara in Toscana. Emanuele Rubini Member of Italian Association of Sculptors and INTERNATIONAL SCULPTURE CENTER New Jersey National Sculpture Society (NSS) 237 Park Avenue, New York, NY Mid-South Sculpture Alliance http://www.emanuelerubini.com http://www.youtube.com/SculptureSuper http://ilfiorediemanuelerubini.blogspot.com/ http://emanuelerubiniscultore.wordpress.com/ http://emanuele-rubini.fineartamerica.com/ http://emanuelerubini.blog.lastampa.it http://www.artbreak.com/Rubini/ http://www.myspace.com/emanuelerubini http://www.artwanted.com/emanuelerubini http://contemporanearteventi.blogspot.com/ http://www.scultura.org/portal_memberdata/emanuele_rubini http://www.video.mediaset.it/video/tgcom/servizio_artdirectory/159276/rubini-emanuele-scultore.html presentazione dello scultore italiano Emanuele Rubini sul Portale TGComMediaset.it http://emanuelerubiniscultore.menstyle.it/ http://www.gigarte.com/emanuelerubini http://mipagina.univision.com/emanuelerubiniscultore/ http://www.pitturaedintorni.it/eventidarte http://www.ioarte.org/artisti/Emanuele-Rubini/ http://emanuelerubini.slide.com http://www.sculptureartists.org/EmanueleRubiniSculptor http://www.flickr.com/photos/emanuelerubini/ http://www.myartspace.com/artistInfo.do?populatinglist=home&subscriberid=k4l5q7oy6agqv0c1 http://vimeo.com/11049403 info email: forme.sculture@gmail.com Emanuele Rubini é uno scultore illuminato da una mano divina o angelica: non si potrebbe pensare ad altro, ammirando le sue opere; é il trionfo dell'arte. Un nuovo Rinascimento sembra affacciarsi, in Italia, attraverso le forme plastiche che le sue mani sanno offrire; le sue opere rappresentano segni tangibili di una forza interiore, di un'anima forte e passionale che " anima" le sue forme, rendendole umane sino allo sbigottimento, allo sgomento, sino alla felicità, sino alla sorpresa: quella che ancora, oggi, il mondo, la storia, possano produrre opere così pregnanti di senso, di poesia, d'amore per la vita e per il mondo. Maria Teresa Prestigiacomo critico d'arte internazionale


RECENSIONI:

Forme lievi, che ricordano corpi femminili. Morbide curve, che delineano figure che si stagliano verso il cielo, si librano nell'aria, che suscitano pura emozione, lo stupore di qualcosa di sorprendente, di inaspettato che colpisce gli occhi e il cuore. Il bianco del marmo, il candore della bellezza, il fuoco che vien fuori dalla materia, lavorata con amore e passione per mesi, senza sosta e senza interruzione. Da sei anni, Emanuele Rubini, ha dato forma alle emozioni, creando opere straordinarie, plasmando come se si trattasse di argilla, il marmo bianco di Carrara o il bronzetto di Trani nel suo laboratorio a Bitonto (Ba), città dove vive con la sua famiglia. Per ore, tutti i giorni, privilegiando la notte, Rubini, che usa solo mazzola e scalpelli, così come avveniva in passato nelle antiche botteghe degli artisti, modella questi enormi blocchi di svariate tonnellate, spesso tracciandone i contorni direttamente sul marmo. La sua avventura è cominciata prima realizzando oggetti di design di arte contemporanea, per poi proseguire con una delle sue opere più belle, "Cleopatra": circa trenta quintali di marmo Bianco Carrara, un'opera nella quale si ritrovano i tratti della sensualità femminile, in cui l'eleganza si sposa con la maestosità, l'imponenza, la raffinatezza. Preziose sculture, preziose per l'uso di materiali pregiati, preziose perché capaci di suggerire una gamma di sensazioni, di unire la classicità all'avanguardia, di unire il passato al futuro: un'arte vissuta come urgenza, come necessità di far uscir fuori un magma incredibile che si muove nell'animo, che si trasforma in immaginazione materica. Il percorso artistico di Rubini si snoda successivamente in altre meraviglie, come "La danza", "Fiamma", "Eva", "Bora", e "Venere", creazione questa che si potrà ammirare nel Teatro Umberto I di Bitonto. Quello che accomuna l'ispirazione non è solo la femminilità, da quella dolorante nel momento in cui da origine alla vita, a quella eterea, trasfigurata ma anche il sentimento d'amore nella sua accezione più alta, in quella comunione di corpi e mente, così come accade in "Eros", in cui si ritrovano senso e spiritualità. Spiritualità terrena che ritroviamo anche in "Gemma", che racchiude un volo, la libertà e la levità di un corpo sospeso nell'aria. E dopo anni di lavoro, in cui Rubini era praticamente sconosciuto, arriva un importante riconoscimento, il primo sicuramente di una lunga serie, la medaglia di bronzo del Senato della Repubblica nel prestigioso Premio Internazionale d'Arte Contemporanea San Crispino a Porto Sant'Elpidio organizzato dall'Amministrazione Comunale e dal Centro d'arte e cultura La Tavolozza, con l'Alto patronato della Presidenza della Repubblica, il Senato, il Ministero per i Beni e le Attività culturali, la Regione Marche, dell'Amministrazione provinciale di Ascoli Piceno, dell'Ambasciata in Italia della Repubblica Slovacca e del Parlamento Europeo. Una vetrina internazionale, alla quale hanno partecipato artisti italiani e stranieri selezionati da un'apposita giuria della quale faceva parte: il critico d'arte slovacco L'uboslav Moza, direttore artistico della galleria d'arte Merum (Modra), la responsabile Estero Marianna Jurcova, la coordinatrice Stella Calvani, e la direzione artistica di Daniela Simoni referente per la Presidenza della Repubblica, dove Rubini ha presentato quattro delle sue opere ("Gemma","Ghibli", "Fiamma", e "Il tuffo"). Il 18 febbraio 2005 nella cornice del Teatro Petruzzelli Circolo Unione (Bari) alla presenza dell'On. Avv. Marcello Vernola (Parlamentare europeo), Dott. Raffaele Fitto (Presidente Regione Puglia), Barbara Facchini (giornalista "Bari Sera"), Ugo Sbisà (giornalista "La Gazzetta del Mezzogiorno"), Italo Interesse (giornalista "Quotidiano di Bari"), Lello Spinelli (critico d'arte), nell'evento della presentazione dell'ultimo libro edito da Giuseppe Laterza, scritto da Anna Gramegna ("Dietro il Chador"), Rubini presenta in marmo bianco Carrara dal peso di due chili, l'opera omonima "Dietro il Chador" che, armoniosa, su esili appoggi corporei, sembra librare in alto. Adesso Rubini, appena rientrato da Sant'Elpidio, entusiasta di questa esperienza e dell'interesse suscitato nel pubblico e nella critica, è pronto ad una nuova sfida: ha già in lavorazione una nuova opera, a cui si dedicherà nei prossimi cinque mesi. Per il momento, tutto rimane top secret. Una cosa è certa: anche questa volta, dice Rubini,"voglio suscitare emozione. Gilda Camero giornalista del quotidiano "Bari Sera" EMANUELE RUBINI Nel Novecento italiano tre i periodi, con ascendenze culturali diverse, delle arti plastiche con posizioni più o meno predominanti di alcuni artisti (Modigliani e Boccioni negli anni 1910 - 15), Arturo Martini nel periodo tra le due guerre (1914 - 45), Manzù e Marini dal 1930 in poi la cui influenza culturale fu notevole anche per i giovani maturatisi nel secondo dopoguerra ai quali si contrapporranno quelli aderenti al cosiddetto "astrattismo" nelle sue poliedriche e diverse angolazioni (Spazialismo, strutturalismo, espressionismo, surrealismo, ecc.) con maggiori possibilità di chiarezza formale e di intensità di espressione pur nello sconcertante manifestarsi di alcuni proseliti, specie quelli non impegnati nella figura umana (Lardera, Mirko, Viani e tanti altri) consapevoli della possibilità, per la scultura, di uscire da obsoleti mezzi neo umanistici, neo romantici, archeologici e del tardo naturalismo rinascimentale che, nel 1945, avrebbero portato lo stesso grande sperimentatore di stili, Arturo Martini, due anni prima della sua morte, a dichiarare ormai finita la possibilità di fare scultura. In realtà la scultura moderna non ha una lunga storia in quanto la moderna concezione dello spazio e della forma (Moore, Fontana e altri) si è sviluppata specialmente nella pittura (si pensi a Degas, Renoir e ancora a Matisse e a Picasso) che cercavano di realizzare plasticamente le "nuove strutture" di forme e di immagini. Continuava così la storia a camminare sulle gambe degli uomini e la scultura, legata per antica tradizione al pensiero stesso della storia, fu essa ad indagare quale poteva e doveva essere il valore della esperienza storica nella coscienza moderna e, con essa, il senso della esistenza umana nel mondo. Storia come poesia, come mito, come sollecitazione interiore, come misura stessa del tempo e dello spazio ideali in cui si svolge, si situa e si compie la vita, in una sorte di nuovo umanesimo che è la verità stessa cui tende la ricerca d'oggi con il suo potere di espressione da contrapporre ad un inesistente ideale di bellezza e con il rifiuto del contingente per aspirare all'assoluto. Sin dalle prime opere di Emanuele Rubini si avvertono le sceneggiature sapienti, il gioco sottile e insinuante dei volumi che conducono a esiti rarefatti nel morbido fluire dei ritmi, una ripresa mediterranea non immemore della grande lezione di Henry Moore (i toni scanditi e solenni). Un andar libero delle forme nello spazio lo porteranno, alcuni anni dopo, ad un procedimento di scavo del masso per disegnare uno spazio interno ed esterno secondo principi formali che tendono a sottolineare la sua stessa tensione alla sintesi e le pulsioni dialettiche della scultura che Rubini intende come "forma" che definisce la dimensione aurea dello spazio in cui l'opera andrà a collocarsi. La materia (il marmo di Carrara, la pietra di Trani, il Rosa Verona ed altri) si presta così a diventare presenza viva e reale, protagonista essa stessa non solo di un'avventura plastica ma soprattutto di vicende legate alla stessa storia dell'uomo, in una spazialità che sia quanto più vicina possibile a quella dell'uomo d'oggi che è dinamica e polivalente, lontana da ogni esecuzione che alla labilità sperimentale voglia ispirarsi. L'artista continua così, nella ricerca di una pulizia formale assoluta che lascia emergere una irreprimibile sensualità della materia, pur levigatissima e gli stessi elementi di una figura


MOSTRE:

Itinerario Artistico 2002 / settembre Bari (BA) “Expo Levante” 2003/ 8-9 febbraio Bitonto (BA) “Istituto Maria Cristina di Savoia” Presentazione opera “Cleopatra” 2003/ 1-30 marzo Bari (BA) Hotel Sheraton Nicolaus, (Centro Congressi) Presentazione opera “Cleopatra” 2003/ 20 dicembre - 20 gennaio 2004 Bitonto (BA) Palazzo di Città, (Sala degli Specchi) 2004/ 17 - 24 ottobre Porto Sant'Elpidio (AP) “Premio Internazionale d'Arte Contemporanea San Crispino” medaglia Senato della Repubblica 2004/ 8 novembre Bari (BA) “The Cellar Club” Presentazione dell'opera "Gemma" e proiezione DVD con testo critico di Lello Spinelli 2004/ 3 - 6 dicembre Bari (BA) “Expo Arte, 25° Fiera Internazionale di Arte Contemporanea” (Pad. 3,14) 2005/ 1-7 gennaio Bari (BA) mostra collettiva Associazione Artistico Culturale, “Arte e Cultura” presentato dal critico d'arte Lello Spinelli 2005/ 29 gennaio - 13 febbraio Bari (BA) Galleria “La Vernice” "La Puglia chiama Phuket" 2005/ 18 febbraio Bari (BA) Circolo Unione, Presentazione dell'opera "Dietro il Chador", e proiezione DVD con testo critico di Lello Spinelli 2005/ 20 febbraio - 20 marzo Bari (BA) “Hotel Scandic By Hilton” presentazione opera “Gemma” 2005/ 29 ottobre Montecarlo (Principato di Monaco) “Premio Nobel dell'Arte Le Metropole Palace” 2005/ 2 novembre Castell'Arquato (Piacenza) “Galleria Transvisionismo” di Stefano Sichel Presentazione dell'opera "Madame Butterfly", 2005/ 17 dicembre -7 gennaio 2006 Roma (Trastevere) “Studio Logos Galleria d'Arte e Design” di arch.Massimo Muciaccia, e presentazione del critico d'arte dott,ssa Maria Claudia Simotti, delle opere "Gemma" e "Dietro il Chador" Via Dei Fienaroli 10 2005/ 18 dicembre 2005 "MOSCOW UNIVERSITY SANCTI NICOLAI," già IMPERIALE ACCADEMIA DI RUSSIA, fondata nel 1669, lo ha inserito tra gli Accademici d'Onore come artista di spicco del panorama scultoreo contemporaneo Europeo. Assegnandoli un Diploma al Merito per la sezione Arte nonché il MASTER OF ARTS h.c.di Doctor in Belle Arti, M.A. 2006/ 29 gennaio - 25 marzo Castell'Arquato (Piacenza) “Galleria Transvisionismo” "Tecniche a Confronto" in mostra "Gemma" presentata dalla Dott.ssa Vittoria Colpi (perito d'arte) 2006/ agosto. Bitonto (BA) “Notte Bianca” Piazza Cattedrale presentazione opera "ANIMA" 2006/ 15 luglio Bitonto (BA) "PREMIO LEONARDIANO 2006 " CITTA' DI BITONTO" 2006/ 27 luglio Sannicandro di Bari (BA) -Presentazione delle Opere "GEMMA" e "ANIMA" nel Castello Federiciano di. in occasione del premio TV Radiocorriere. 2006/ 7 settembre - 19 novembre Venezia (VE) Presente nel Padiglione Italiano alla 10° "Mostra Internazionale Biennale di architettura Venezia" con l'opera "Gemma" pietra di Trani. 2006/ 1-3 dicembre Bari (BA) “Fortino Sant'Antonio” “Presentazione dell'opera"Passione" ricavata da un masso di 10 tonnellate in Pietra di Trani” Presentata da: Marco Brando (giornalista Corriere del Mezzogiorno-Corriere della sera) Toe Mercurio (scrittore- critico letterario) Santa Fizzarotti Selvaggi (scrittrice-Psicologa) Cav. Biagio Stragapede (responsabile settore vitivinicolo ConfCooperative Puglia) Evento Patrocinato dal Presidente della Regione Puglia- Assessorato alla Cultura- Provincia di Bari-Comune di Bitonto 2007/ 27-28-29 luglio Chiesa Valmalenco (SO) “Simposio Internazionale di scultura I giorni della pietra” su pietra verde serpentino. Parco di Vassalini 2007/ 24-25-26 agosto Bardolino (VR) 1..2..tlè Evolution “Il Benaco” Concorso estemporaneo di scultura su marmo Carrara. 2007/ 4-7 ottobre Verona (VR) Marmomacc “42°. International Exhibition of stone design and technology” per marmi Pedrotti 2007/ 8-12 novembre Padova (PD) “Arte Padova 12° edizione” Pad. 7 2007/ 27 ottobre - 20 novembre Treviso (TV) “Galleria Polin” “The woman” mostra personale 2008/ 31 maggio -14 giugno Casteldilago (TR) Comune di Arrone simposio di scultura su Travertino Romano “La pietra e l’acqua” Ex convento san Francesco Centro storico 2008/ 14-25 luglio Jesolo (VE) Golf Club Resort mostra personale 2008/ 14-25 luglio Jesolo (VE) Art in the city “Live Performance” in piazza Brescia Simposio di scultura. 2008/ 25 settembre - 23 ottobre Bari (BA) “Arte in scena” Mostra collettiva sede espositiva Banca Meridiana. 2008/ 2-5 ottobre Verona (VR) Marmomacc “43. International Exhibition of stone design and technology” per marmi Pedrotti. 2008/ 10 ottobre - 10 novembre Roma (RM) Galleria Insight Via dei Coronari143 Mostra personale 2008/ 10 novembre - 10 dicembre Fiuggi (FR) Silva Hotel Splendid mostra personale 2008/ 6 novembre Trani (BA) Circolo Unione Mostra personale 2008/ 28 novembre - 1 dicembre Reggio Emilia (RE) “Immagina Arte” Presentazione opere con Galleria Tartaglia Arte 2008/ 4 dicembre - 4 gennaio 2009 Matera (MT) Hilton Garden Inn mostra personale 2009/ 20-27 giugno S. Benedetto Del Tronto (AP) Simposio internazionale di scultura “Scultura Viva” 2009/ giugno Barcellona (Spain) Mostra permanente Art Center “Diloga” C. san Marc 13 loc. 17 2009/ 10-30 agosto Castelraimondo (MC) 5° Simposio Internazionale di scultura in pietra 2009/ 30 agosto - 8 settembre Acquaviva delle Fonti (BA) En - dix "caru cubana side BEVUTRO" Rassegna d'Arte Contemporanea 2009/ 12 - 21 settembre Positano (SA) Mostra personale Chiesa Madre santa Maria Assunta 2009/ 28 settembre - 3 ottobre Verona (VR) “Fiera internazionale del marmo” “Marmomacc” 2009/ 25 ottobre - 4 novembre Bitritto (BA) EN-Dix Mostra collettiva di arte contemporanea itinerante curata dal critico d’arte Dott.ssa Antonella Colaninno 2009/ 30 ottobre Corigliano Calabro (CS) emittente televisiva Tele A 1 intervista ed esposizione opere con presentazione progetto live performance 2009 / 26 novembre - 26 dicembre San Benedetto del Tronto (AP) mostra presso UIM arredo design 2009/ 03 dicembre Lecce (LE) intervista per SKY trasmissione “Contenitori d’Arte” progetto live performance e presentazione opere 2009/ 06 - 09 dicembre Bari (BA) Hotel Sheraton Nicolaus esposizione opere evento Alta Moda “Black and White” 2009/ 15 dicembre Corigliano Calabro (CS) esposizione opere Centro Hair Styling Aldo Coppola by Scaramuzzo 2009/ 16-17-18 dicembre Cosenza (CS) esposizione opere Centro Hair Styling Aldo Coppola by Scaramuzzo 2010/ 04-25 marzo Milano (MI) doppia personale “Forme e Sculture” Sanvittore “ristorante lounge bar” 2010/ 08-17 aprile Enna (EN) I°Simposio Internazionale di scultura su pietra “Federico II di Svevia Stupor Mundi” a Enna Piazza Belvedere Marconi 2010/ 30 aprile -10 maggio Bari (BA) Mostra collettiva “Arte al Colonnato, Tra Architettura e Contemporaneità” Palazzo della Provincia di Bari 2010/ 15 maggio - 24 luglio Bari (BA) Esposizione Galleria “Frida Arte” piazza Massari 2010/ 05-13 giugno Montecarlo (Lu) Mostra collettiva “Arte al Castello - Dono per la vita” Fortezza di Montecarlo 2010/ 26 giugno Carrara (MS) 7° Edizione di “Carrara, il marmo e i suoi sapori” in occasione della XIV Biennale di scultura a Carrara Piazza Alberica 2010/ 10-11 luglio Santa Severa (RM) mostra collettiva evento “FuturArte Foto Festival” piazza Roma 2010/ 25 luglio - 4 agosto Capri (NA) “Shapes And Visions Different Perspectives” mostra collettiva “Contemporary Sculpture” Centro Congressi “Hotel La Reside


 
 
Fiur
Thomas Berra


Art in Rome November 2019
rassegna artistica internazionale a Roma


ALFABETI PITTORICI. Opere scelte dagli anni ’60 ad oggi
La mostra collettiva documenta, attraverso lo sguardo attento del collezionista, la complessa vicenda artistica passata e recente, avvalendosi di alfabeti, linguaggi e modalità prettamente estetiche e di forte impatto emotivo.


Branding Dalì. La costruzione di un mito in mostra a Napoli
A Palazzo Fondi dal 25 ottobre in mostra 150 opere dell'artista spagnolo


Carlo Ferrari - L’ultimo ghiaccio
La Galleria Parmeggiani di Reggio Emilia ospita, dal 9 novembre all’8 dicembre 2019, “L’ultimo ghiaccio” di Carlo Ferrari. L'esposizione personale, a cura di Chiara Serri, è realizzata in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia e i Musei Civici. Inaugurazione: sabato 9 novembre, ore 17.00.


PELLEGRINI / BURLAND: Shape Vision Paper.
La Galleria Rizomi e Artètipi APS di Parma presentano, dal 30 ottobre al 20 dicembre 2019, la mostra "PELLEGRINI / BURLAND: Shape Vision Paper". L' esposizione, a cura di Nicola Mazzeo, nasce dalle ricerche della Galleria sulle forme d’espressione ai confini dell’arte contemporanea. Inaugurazione: mercoledì 30 ottobre ore 18.00, alla presenza degli artisti Simone Pellegrini e François Burland.



Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

DECO MOBILI

DECO MOBILI STORE ONLINE

Fondazione Paolo Grassi

  Art in World ® artinworld.com - arteinrete.net - menasinternete.lt - Artisti Contemporanei Internazionali | P.IVA 03108660733 | policy privacy