ITA | ENG | FRA | ESP| LIT | SUE | DEU
1281 Artisti presenti
 

ART IN WORLD

LOGIN UTENTI
Username

Password



dati smarriti?

SEI UN ARTISTA?
REGISTRATI E PUBBLICA LE TUE OPERE SU AIW


------------------

SEI UN GALLERISTA?
REGISTRA LA TUA GALLERIA


------------------

NEWS
GALLERIE
MUSEI
LINK UTILI
SITI SEGNALATI

PUBBLICA LE TUE NEWS

------------------
ART IN WORLD
INFO
SERVIZI
CONTATTI
NEWSLETTER
HELP ONLINE

------------------

CERCA NEL SITO



ART IN WORLD

Premio G. D’Annunzio

Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

AIW INTERNATIONAL CONTEMPORARY ARTISTS

ART IN WORLD

ART IN WORLD - pittori ART IN WORLD - designer ART IN WORLD - scultori ART IN WORLD - decoratori ART IN WORLD - incisori ART IN WORLD - fotografi ART IN WORLD - gallerie ART IN WORLD - notizie
PITTORI DESIGNERS SCULTORI DECORATORI INCISORI FOTOGRAFI GALLERIE NEWS

HOME | AIW GALLERIA VIRTUALEAIW YEARBOOK - ANNUARIO 2010 | AIW RECENSIONI | CONCORSO AIW 2010

Delia Dessì E-MAIL ARTISTA (categoria: Scultori)
Top Level

I contenuti qui di seguito riportati, sono a cura esclusiva dell'artista

 
Bookmark and Share
OPERE
 
Nadia
Nadia
 
 
Assouf
Assouf
 
 
Sabbie a Tam
Sabbie a Tam
 
 
Tuareg
Tuareg
 

BIOGRAFIA:

Diplomata presso l''Accademia d''Arte di Firenze,ha seguito corsi di arte plastica e incisione. A quegli anni risale il suo interesse per l''argilla, indagata nelle sue varie possibilità espressive - l''ambiguità come segno del molteplice; dall''etrema duttilità - durante la lavorazione _ alla solidità ingannevole perchè in realtà fragile - a cottura avvenuta - che permette tuttavia l''impronta fitta dei segni - anche in senso linguistico - e delle figure astratte: cerchi, vortici, angoli, triangoli, in una sorta di ripetizione ossessiva, che trova tuttavia la quieta, in concluse, ordinate composizioni.


RECENSIONI:

Ripercorrendo la produzione di Delia Dessì, dalla meno recente alle ultime, vengono alla mente Boccioni e Russolo e i due Delaunay, Robert e soprattutto Sonia: il futurismo dunque e le altre correnti affini del primo novecento e, più a monte, l’origine comune, la matrice cubista. E poco importa poi, che si tratti di un’operazione di recupero consapevole se non sul piano storico- biografico e culturale: le correnti carsiche lavorano più a fondo quando più sono segrete, scaturiscono poi alla luce, con sorpresa dell’osservatore- e dell’artefice. Il vortice e l’angolo e la sua forma conclusa, il triangolo, sono gli elementi ricorrenti nel lavoro della Dessì ma è assente, o ridotto, il dinamismo formale e coloristico, costitutivo e fondamentale di quelle correnti: cessati i furori, la macchina si riposa e contempla la quiete delle sue forme. E la scelta del materiale, l’argilla, concorre all’effetto: passione sedata, ma non inerte: perché la superficie, lavorata quasi con accanimento, percorsa da linee, striature, tratti, ideogrammi di una lingua sconosciuta, nella fattispecie il tuareg- vibra e risponde alla luce. Si diceva prima dell’ordine punto di approdo – ma anche limite, quando si esprime (“ Orizzonti”) in una disposizione speculare, simmetrica e, sia pure elegantemente, ripetitiva ( ma il pezzo qui esposto, “ Sorgenti a Tam: Tuareg”, sfugge a quest’ ottica, giocata com’è sulla dialettica delle varianti formali e del colore): il gusto del decorativo è evidente, invece, in “ Sabbie a Tam” ; dove il motivo viene circoscritto, chiuso da una “ cornice” azzurra: e i triangoli , fasciati da cunei e dalle spirali che si intersecano, riempiti, in una sorta di “ horror vacui”, da suggestivi frammenti colorati; minuscolo campionario delle sabbie del deserto ( ancora una volta la deriva decorativa di Sonia Delaunay: a sottolineare anche, la vitalità e l’irraggiamento di un percorso sulle cosiddette arti applicate). Ma nelle ultime opere, Dessì si affaccia a un nuovo indirizzo di ricerca: un rilievo fatto di semisfere disseminate sul piano, e fori che sul piano si aprono: ad indagare uno spazio visibile ( recto) e uno invisibile (verso): con esiti rischiosi, certo, ma più interessanti, più avventurosi, rispetto alle forme sontuosamente decorative, che soddisfano l’occhio ma tranquillizzano la mente. Francesco Falcone


MOSTRE:

Esposizioni 2006 - Rassegna " L''Acqua " Galleria Gadarte - Firenze - Rassegna " 8 Marzo all''insegna dell''arte" Villa Pozzolini - Firenze - XXI ed. Premio Italia per le Arti Visive Eco d''Arte Moderna - Palazzo Pretorio - Certaldo (FI) - Rassegna " Arti Visive" Palagio di Parte Guelfa - Firenze - Estemporanea " Terre di Giotto e dell''Angelico" Modigliana (Bo) - "5 Artisti del Gadarte" Villa vogel - Firenze - 35° "Mostra in Piazza" - Gruppo Donatello Piazzale Donatello - Firenze - Rassegna Arti visive - La Limonaia di Pescille Panzano in Chianti (Siena) - "Artisti del Gadarte" Firenze Villa Pozzolini - Sala Archi.


 
 
Con "La notte" di Renzo Fortin tornano le mostre d'arte alla Pescheria Vecchia di Este
In esposizione i paesaggi simbolisti dell'artista Renzo Fortin, pittore poeta e liutaio


Dame, animali preziosi, musica e altre storie
Ceramiche di Giuliana Cusino


La natura del silenzio
a cura di Angela Madesani


Viaggi straordinari
Opere di Aldo Mondino


Sussurri nel bosco
Sculture Ooak di Greta Staltari e disegni di Serena Zanardo


Silenti fioriture
opere di Carlo Moretti e Cristina Iotti


#restaTrascendente
MANIFESTO PER UN'ARTE CORALE


Premio COMEL Vanna Migliorin Arte Contemporanea 2020 “Legami in Alluminio”
Torna per la sua VIII edizione il Premio COMEL Vanna Migliorin Arte Contemporanea, la competizione internazionale dedicata all’uso creativo dell’alluminio.


7 STORIE D'ARTE
Sette artisti, sette storie che il linguaggio dell’arte unisce in un unico racconto



Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

SAPORI DALL''ITALIA

ESSERE O NON ESSERE ONLINE

FESTIVAL DELLA VALLE D'ITRIA

  Art in World ® artinworld.com - arteinrete.net - menasinternete.lt - Artisti Contemporanei Internazionali | P.IVA 03108660733 | policy privacy