ITA | ENG | FRA | ESP| LIT | SUE | DEU
1267 Artisti presenti
 

ART IN WORLD

LOGIN UTENTI
Username

Password



dati smarriti?

SEI UN ARTISTA?
REGISTRATI E PUBBLICA LE TUE OPERE SU AIW


------------------

SEI UN GALLERISTA?
REGISTRA LA TUA GALLERIA


------------------

NEWS
GALLERIE
MUSEI
LINK UTILI
SITI SEGNALATI

PUBBLICA LE TUE NEWS

------------------
ART IN WORLD
INFO
SERVIZI
CONTATTI
NEWSLETTER
HELP ONLINE

------------------

CERCA NEL SITO



ART IN WORLD

Premio G. D’Annunzio

Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

AIW INTERNATIONAL CONTEMPORARY ARTISTS

ART IN WORLD

ART IN WORLD - pittori ART IN WORLD - designer ART IN WORLD - scultori ART IN WORLD - decoratori ART IN WORLD - incisori ART IN WORLD - fotografi ART IN WORLD - gallerie ART IN WORLD - notizie
PITTORI DESIGNERS SCULTORI DECORATORI INCISORI FOTOGRAFI GALLERIE NEWS

HOME | AIW GALLERIA VIRTUALEAIW YEARBOOK - ANNUARIO 2010 | AIW RECENSIONI | CONCORSO AIW 2010

Americo Di Gregorio E-MAIL ARTISTA (categoria: Pittori)
Top Level

I contenuti qui di seguito riportati, sono a cura esclusiva dell'artista

 
Bookmark and Share
OPERE
 
David
David
 
 
Black Tulipe
Black Tulipe
 
 
Mistery
Mistery
 
 
Pompei
Pompei
 
 
Sacred and Profane
Sacred and Profane
 
 
Three Men
Three Men
 
 
Requiem
Requiem
 
 
Brown Eddy
Brown Eddy
 
 
Part Primary Coulour
Part Primary Coulour
 
 
Bipolar
Bipolar
 

BIOGRAFIA:

Dal Venezuela, dove era nato, fin da piccolo fu inserito nella cultura artigianale contadina dell''interno del territorio teramano. Gli studi artistici gli permisero di comprendere anche i grandi artisti abruzzesi del Medioevo. Con la maturità comprese lo stretto rapporto esistente tra l''arte con la A maiuscola e l''artigianato dei propri avi. Solo dopo l''esperienza romana tra artisti, anche famosi, ritornò nella provincia abruzzese, stavolta alle pendici della Maiella e non più del Gran Sasso; Fara Filiorum Petri divenne la sua nuova residenza. Paese situato tra Rapino, Pretoro e Guardiagrele, quindi, tra l''arte del ferro battuto, della ceramica e del legno. Trovò entusiasmante cimentarsi nella pittura con soggetti del patrimonio tradizionale come le famose "FARCHIE" di San Antonio Abate. Dapprima attratto dal valore artistico e plastico di quegli elementi tradizionali, in seguito continuò la sua ricerca attorno a questi e ad altri segni culturali e tradizionali del luogo. Casualmente, ovvero per dare più corpo e intensità alla sua pittura, incontrò l''intaglio a punta di coltello (intaglio pastorale di antica tradizione abruzzese ) in seguito sentì il bisogno di legare l''antico con il presente. Attualmente la sua ricerca, pur approfondendo e raffinando l''arte dell''intaglio pastorale, sente l''esigenza di sperimentare nuove tecniche che uniscano le due forme espressive, anche con inserimenti materici, di vario tipo che rendono le sue opere interessanti proprio per quella felice intuizione di recuperare una cultura del passato e proiettarla nel contemporaneo. sito web: www.americomagno.com


RECENSIONI:

2008 | Pescara, 5 Marzo | COLLEZIONE 2008 Un segno sottile, sofisticato, concettuale e poetico allo stesso tempo contraddistingue il tratto incisorio di Americo Di Gregorio, un intervento effettuato su supporto di compensato sul quale poi l''artista interviene con colori quasi sgocciolati e non sempre tesi a campire circostanziate zone iconiche. Il più delle volte, infatti Di Gregorio, sconfina volutamente i margini delle forme inondando di armoniose cromie figure umane in movimento che sembrano accavallarsi, scontrarsi, incontrarsi. Corpi in movimento e coinvolti, forse loro malgrado, nella vita che è drammatica, che è lotta, che è urlo. Alcuni quadri sembrano dei "non finiti" ed in questi la sensibilità così risparmiata si avvalora giocando rimandi mentali quali brevi sequenze formali date con estrema raffinatezza così come raffinato è l''aspetto semantico che muove il nostri artista, cosi vicino alla verità delle cose, anzi identificato in esse mediante un fare discreto, silenzioso, meditativo. L''atteggiamento esistenziale e linguistico di Americo, del resto, si afferma in maniera autonoma; egli, in fatti, afferma i propri valori attraverso i mezzi visivi adoperati che spesso lo situano su fronti espressivi atti a rinnovare in modo quanto mai originale visioni arcaiche. Molti suoi lavori possono dirsi graffiti metropolitani cui si coniugano risonanze ancestrali quali esiti di una realtà astratta fino alle se forme essenziali, più recondite e, proprio per questo, in grado di esprimere la vera essenza di quella stessa realtà.


MOSTRE:

2009 | ART HOTEL CONNECTION BERLINO GERMANY - Personale 2009 | MOSTRA COLLETTIVA FERRARA - GALLERIA LOVETTI ARTE 2008 | PREMIO FLAVIANO 2008 | ART HOTEL CONNECTION BERLINO GERMANY 2007 | GIU LU BOTTEGA DELL''ARTE CHIETI (ITALY) 2006 | MEMORIE DI ADRIANO PESCARA 2006 | FARA FILORUM PETRI CHIETI (ITALY)


 
 
Marco Bolognesi al Museo Oscar Niemeyer per i 25 anni della Biennale di Curitiba
Mostra “Unspoken Deals”, a cura di Tício Escobar e Luiz Carlos Brugnera


Thomas Orthmann "Finestre sull'immaginario"
Una retrospettiva di grande pregio dedicata all’immaginario di Thomas Orthmann. Oltre 40 tele di grandi e piccole dimensioni ripercorrono il percorso artistico del visionario artista tedesco che amava definirsi “un piccolo marchigiano”


Carte d'Oriente. Carte d'Occidente
Mostra di opere su carta di Omar Galliani da Vicolo Folletto Art Factories


Sergio Zanni. Alla ricerca del perturbante
Mostra a cura di Sandro Parmiggiani


OfficinARS - Durante e dopo: Resilienza
Opere di Navid Azimi Sajadi, Penelope, Federica Poletti, Marika Ricchi, Thomas Scalco


Adam Nidzgorski e la Création Franche
Opere di Pierre Albasser, Franck Cavadore, Claudine Goux, Bruno Montpied, Adam Nidzgorski, Jean-Joseph Sanfourche, Gèrard Sendrey


Francesco Somaini. La stagione americana
La Galleria Open Art di Prato, in collaborazione con l'Archivio Somaini, presenta, dal 24 novembre 2018 al 9 febbraio 2019, "La stagione americana" dello scultore Francesco Somaini, uno degli artisti italiani contemporanei più rappresentati nei musei americani.


Reggio Emilia. Un Novecento ritrovato – Inediti in mostra
La Galleria RezArte Contemporanea di Reggio Emilia, dopo il successo riscosso nel 2013 con la mostra "Reggio Emilia. Un Novecento ritrovato", a cura di Alberto Agazzani, propone un nuovo approfondimento dedicato ai protagonisti della scena artistica reggiana del secondo Novecento con opere inedite provenienti da collezioni private. "Reggio Emilia. Un Novecento ritrovato - Inediti in mostra" sarà inaugurata sabato 17 novembre alle ore 17.00.



Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

DECO MOBILI

DECO MOBILI STORE ONLINE

FESTIVAL DELLA VALLE D'ITRIA

  Art in World ® artinworld.com - arteinrete.net - menasinternete.lt - Artisti Contemporanei Internazionali | P.IVA 03108660733 | policy privacy