ITA | ENG | FRA | ESP| LIT | SUE | DEU
1250 Artisti presenti
 

ART IN WORLD

LOGIN UTENTI
Username

Password



dati smarriti?

SEI UN ARTISTA?
REGISTRATI E PUBBLICA LE TUE OPERE SU AIW


------------------

SEI UN GALLERISTA?
REGISTRA LA TUA GALLERIA


------------------

NEWS
GALLERIE
MUSEI
LINK UTILI
SITI SEGNALATI

PUBBLICA LE TUE NEWS

------------------
ART IN WORLD
INFO
SERVIZI
CONTATTI
NEWSLETTER
HELP ONLINE

------------------

CERCA NEL SITO



ART IN WORLD

Premio G. D’Annunzio

Art in World premia i vincitori del Premio D''''Annunzio

AIW INTERNATIONAL CONTEMPORARY ARTISTS

ART IN WORLD

ART IN WORLD - pittori ART IN WORLD - designer ART IN WORLD - scultori ART IN WORLD - decoratori ART IN WORLD - incisori ART IN WORLD - fotografi ART IN WORLD - gallerie ART IN WORLD - notizie
PITTORI DESIGNERS SCULTORI DECORATORI INCISORI FOTOGRAFI GALLERIE NEWS

HOME | AIW GALLERIA VIRTUALEAIW YEARBOOK - ANNUARIO 2010 | AIW RECENSIONI | CONCORSO AIW 2010

 
NEWS ART IN WORLD MOSTRE E AVVENIMENTI D'ARTE IN ITALIA E ALL'ESTERO
LEGGI TUTTE LE NEWS SUGLI EVENTI IN CORSO | VAI ALL'ARCHIVIO STORICO DELLE NEWS | SEGNALA UN EVENTO

Bookmark and Share

Articolo pubblicato da: Angelo Ribezzi

ArtExpo Rome March 2017

rassegna artistica internazionale a Roma


ArtExpo Rome March 2017
Si inaugura sabato 18 marzo alle ore 18 la grande rassegna artistica internazionale a Roma ArtExpo Rome March 2017, presso il prestigioso spazio della Galleria Domus Romana in Via Quattro Fontane, 113 00184 Roma tra Piazza di Spagna e la Fontana di Trevi, in centro storico di Roma.
Saranno in mostra opere pittoriche, fotografiche, scultoree e digitali di artisti provenienti da ventuno paesi diversi :
Argentina ; Austria ; Brasile ; Bulgaria ; Francia ; Germania ; Giappone ; Iraq ; Irlanda ; Israele ; Italia ; Libano; Paesi Bassi ; Portogallo ; Regno Unito ; Repubblica Ceca ; Repubblica di Corea; Spagna ; Stati Uniti ; Svizzera ; Ungheria.
Anche per questa manifestazione, come le precedenti organizzate da Artists in the World Events, la peculiare caratteristica di internazionalità è chiaramente espressa dai numerosi paesi diversi di provenienza degli artisti partecipanti alla manifestazione, con le loro culture diverse ma uniti insieme dallo stesso linguaggio universale dell'arte, che testimoniano come l'Arte possa essere un valido strumento di comunione tra diverse culture, che riesce a superare qualunque ostacolo di diversità linguistiche, di credo religioso, di credo politico o appartenenze politiche: l'arte come integrazione e condivisione universale.
A grande richiesta, durante il vernissage, tornerà ad esibirsi in Galleria Domus Romana, per un imperdibile concerto, la giovane e talentuosa pianista classica Elisabetta Cialoni.
ArtExpo Rome March 2017 è in mostra dal 18 marzo 2017 al 31 marzo 2017
Orari espositivi dalle 15 alle 22 tutti i giorni festivi compresi presso la Galleria Domus Romana Via Quattro Fontane, 113 00184 Roma
Organizzazione evento Artists in the World Events Angelo Ribezzi https://www.artintheworld.net/ news@artintheworld.net in collaborazione con Eudaimonia Event
Artisti partecipanti ad ArtExpo Rome March 2017:
Mini personali di Soumaila Akadiri in arte Rissicat - Paola Bradamante - Andreas Denstorf in arte Platux - Martin Mugnolo - Sergio Panero - Emmanuel Renaux in arte Manu
Soumaila Akadiri "Rissicat" ; Ali Al Ezzi ; Francisco Araneo "Cisco" ; Davorka Azinovic ; Ken Beckles ; Alice Biba ; Patricia Blondel ; Francesco Borrelli ; Anna Maria Caboni "Amc" ; Francesco Cannone ; Giuliana Cortese ; Daniele D'Amato ; Virginia Dardi ; Mapi De Aubeyzon ; Andreas Denstorf "Platux" ; Katia Di Mella ; Giorgia Di Ruocco ; Nino Di Troia ; Sopetran Domenech ; Justine Duhayon ; Angela Esposito "Alessiacom" ; Christina Fatrdla ; Vito Fulgione ; Elvira Gabbi ; Mónica Gallardo ; Giancarlo Giannelli ; Natalia Gorbunova Arta Brog ; Guillermo Guillemi ; Astrid Jacobs ; Vassinger Jari ; Osamu Jinguji ; Mona Kabbani Khater "Monak.k" ; Ruth Kaeser - Nardo ; Ellina Katsnelson ; Izzat Khourchid ; Ilona Kiss ; Luciana La Marca ; Diana Marcela Litterio "L.D.Marcela" ; Raffaele Manconi ; Michel Marant ; Andrea Marrocu ; Tiziano Martelli ; David Millan "Visual TC" ; Monika Morrison ; Gianni Nattero ; Ken O'Neill ; Biser Panayotov ; Hwa Su Park ; Ana Pedro ; Lionel Pichault ; Antonio Pilato ; Monica Pizzo "MozziP" ; Andrea Plank ; Cornelia Regine Prawitt ; Sue Ransley ; Luis Rebelo "Rebelo" ; Mauricio Rinaldi ; Antonia Salghini "ASC" ; Vilma Santillan ; Roswitha Schablauer ; Rita V.D. Graaf ; Beate Zelnicek


DOVE: Galleria Domus Romana

QUANDO: sabato 18 marzo alle ore 18

EMAIL: riban@yahoo.com

URL: https://www.artintheworld.net/



DOWNLOAD ALLEGATO
 
Premio COMEL Arte Contemporanea 2017 VI edizione Il tema “Sinuosità dell’alluminio”
COMEL Award Contemporary Art 2017 IV Edition The theme is the “Sinuosity of aluminum”


Santo Spirito, programma di corsi dedicati alla tradizione artigianale fiorentina
Primo laboratorio: Intreccio della paglia con Giotto Scaramelli


tutto è possibile
Collettiva d’arte contemporanea a cura di Anna Soricaro.


Tre anni sulla pietra
Negli spazi di Atipografia ad Arzignano (VI), dal 16 marzo al 25 aprile 2017, le opere di Marta Allegri, Giorgia Fincato e Stefano Mario Zatti offriranno un’ampia ricognizione sul territorio, inteso come spazio fortemente connotato dal punto di vista culturale. Accompagnata da un giornale con testi di Elio Grazioli (critico d’arte e docente universitario), Marco Mioli (critico d’arte) ed Elena Dal Molin (direttore artistico Atipografia), l’esposizione sarà inaugurata giovedì 16 marzo alle ore 19.00. L’insistenza è la carica espressiva dei tre artisti. Una dolce insistenza. Insistere etimologicamente significa “stare fermi”, sino al conseguimento dell’intento. “Tre anni sulla pietra” indica proprio questo stare. È un titolo figurativo, in contrasto con l’astrazione del lavoro dei tre autori, che si rifà ad un’antica storia orientale secondo cui, restando pazientemente seduti per tre anni su una pietra fredda, alla fine la si riscalderà. Senza pazienza, non è possibile crescere e diventare persone autentiche. La mostra costituisce, dopo “The Perfect Tannery” (indagine fotografica condotta da Mark Power e Stuart Franklin, membri di Magnum Photo, all’interno del distretto industriale di Arzignano), il secondo appuntamento della stagione 2016-2017 di Atipografia, dedicata al territorio, tra spazio ed identità. “Tre anni sulla pietra” affronta questo tema da tre punti di vista molto differenti, quasi tre dimensioni di territorio. Marta Allegri trasforma oggetti di recupero, quasi sempre legati a materiali costruttivi, in qualcosa di nuovamente vitale. I disegni di Giorgia Fincato possono apparire come mappe di una geografia interiore. Stefano Mario Zatti presenta, infine, lavori di incisione che richiamano la storia contemporanea. «Cifra comune – spiega Elena Dal Molin – è una dolce insistenza che si fa bellezza. Marta insiste nel recuperare pezzi di costruzioni abbandonate, addirittura sommersi dalla terra e dalle macerie, e con essi crea trame preziose. Giorgia è dal 2007 che mi affascina con la sua linea e, in questi dieci anni, il lavoro è completamente cambiato, tanto che non riesco ancora a trovarne inizio e fine. Stefano, invece, pone interrogativi sulla vita e sul sogno, citando nelle sue incisioni anche Fibonacci e ripetendo il gesto centinaia di migliaia di volte». Per Atipografia, Marta Allegri, ha realizzato un’installazione site-specific – “sottoterra” – che comprende oltre cento pezzi, ispirata ad una portafinestra semidistrutta di un’officina abbandonata. Le reti a maglia esagonali, provenienti dalla discarica dell’ex colonia di Borca di Cadore, intrappolano frammenti di vetro raccolti durante i lavori di “cura” della terra intorno alla sua abitazione, che brillano grazie alla luce che filtra dalla finestra. «Mi piace trovare punti in comune nel lavoro maschile e femminile – spiega l’artista – tra la costruzione di un muro di mattoni e la tessitura di una coperta. Stessa lentezza nell’esecuzione, stessa fatica, stessa pazienza. Qualcosa a cui non ci si può sottrarre». È nato così un archivio fotografico, costituito soprattutto da finestre di fienili e case rurali intorno a Cavarzere (VE). Da questo materiale ha preso forma un’ulteriore installazione dedicata ai luoghi abbandonati, oggetto di libretti fotografici a tiratura limitata. Giorgia Fincato espone una selezione di opere a china su carta. Scritture emotive, mappe della memoria rappresentate da una linea continua che si sviluppa su più piani prospettici. L’artista partecipa al progetto anche con l’installazione “Continua a cercarmi che arrossisco”, collezione di pezzi di ruggine trovati dal 2015 nel corso di lunghe passeggiate. Stefano Mario Zatti mappa i luoghi che attraversa, siano essi ambientali, interiori, familiari, nascosti o ideali, tentando di restituire un senso alla nostra esistenza. Un linguaggio cuneiforme che, attraverso la reiterazione del gesto, diventa pratica per comprendere meglio il mondo.


Carmine Calò. Anime Nascoste
Le "Anime Nascoste" di Carmine Calò in mostra a Castel dell'Ovo


Premio Internazionale di Poesia e Arte Contemporanea Apollo dionisiaco Roma 2017
Poesia in voce e Arte contemporanea in mostra al duecentesco Castello della Castelluccia


ArtExpo Rome March 2017
rassegna artistica internazionale a Roma



ITALIAINRETE.NET

DECO MOBILI

DECO MOBILI STORE ONLINE

FESTIVAL DELLA VALLE D'ITRIA

  Art in World ® artinworld.com - arteinrete.net - menasinternete.lt - Artisti Contemporanei Internazionali | credits © | P.IVA 02151370737 | policy privacy